Rossi (Asl Latina): “Con i PAT sperimentiamo sul campo PNRR e DM77”

La Asl di Latina sperimenta sul campo le prospettive del PNRR e quanto definito dal nuovo DM77. Sette presidi sanitari territoriali, derivati dalla chiusura di altrettanti piccoli ospedali, si apprestano, come spiega Belardino Rossi, Direttore del Distretto 1 della Asl di Latina, a diventare Punti di Assistenza Territoriale (alias Case di comunità) per la presa in carico sul territorio H24…

Leggi

Marinozzi (Ars Marche): La matrice della sperimentazione clinica diventa europea

Nel mese di febbraio del 2022 è entrato in vigore il Regolamento europeo 536/14 sulle sperimentazioni cliniche dei farmaci con lo scopo di rendere più agile e sostenibile il settore e, non ultimo, attrarre l’interesse del Pharma verso l’Europa. Guarda con favore a questa “rivoluzione” Andrea Marinozzi, Farmacista dell’Ars della Regione Marche, secondo cui sarà molto interessante seguire l’applicazione di…

Leggi

Di Bella (Fimmg Piemonte): Il futuro è nelle Aft e in PDTA snelli

“È paradossale che si pensi a rivoluzionare la sanità del territorio nel momento in cui c’è la massima carenza di professionisti…” È questa la prima, amara, considerazione di Sergio Di Bella, Vicesegretario Regionale Fimmg del Piemonte e Segretario Generale Provinciale di Biella, secondo cui, purtroppo, si continua a procedere per riforme e modificazioni organizzative senza tenere in alcuna considerazione da…

Leggi

Marcolongo (DG Sant’Andrea): “Superare la staticità nella definizione degli organici”

Dobbiamo necessariamente superare la staticità nella definizione degli organici che ci vede sostanzialmente fermi al 2004 e sposare, afferma il Direttore Generale del Policlinico Sant’Andrea di Roma, Adriano Marcolongo, una dinamicità nelle dotazioni organiche che non sia solo quantitativa ma, soprattutto, qualitativa. Usare tutte le risorse disponibili dal punto di vista economico ma anche agire per far sentire i professionisti…

Leggi

Urso (Sifo): “Con DruGhost vegliamo sull’indisponibilità dei farmaci”

La temporanea irreperibilità di un farmaco rappresenta una importante criticità per le strutture ospedaliere e territoriali del Servizio Sanitario Nazionale (SSN). I farmacisti del SSN sono costantemente impegnati a gestire o a prevenire queste carenze ascrivibili a problematiche oggettive che investono il titolare AIC (problemi produttivi, strategie commerciali, pendenza di procedure regolatorie, ecc.) mettendo in atto varie strategie quali la…

Leggi

Marra (AOU Ferrara): Farmacista ospedaliero, middle manager per eccellenza

Il farmacista ospedaliero e dei servizi farmaceutici delle aziende sanitarie è il middle manager per eccellenza. Quasi sempre al centro dei rapporti, anche organizzativi, tra strutture ospedaliere e territorio di riferimento in futuro dovrà essere sempre più “clinicamente specializzato” per poter offrire ai pazienti, ai cittadini, accesso a terapie sempre più specifiche e “taylor made” in maniera facile e veloce.…

Leggi

Fabbri (Osp. Forlì e Cesena): Per un vero approccio manageriale il medico deve uscire dall’ospedale…”

I medici ospedalieri devono poter guardare anche fuori dalle mura del loro ospedale. Lo sottolinea Carlo Fabbri, Direttore Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva Ospedali di Forlì e Cesena, secondo cui per un vero approccio manageriale e clinico è necessario guardare anche al prima dell’evento che ha portato una persona al ricovero e riallacciare una sorta di alleanza con chi, nella società,…

Leggi

Noto (Distr. Palermo): Abbandoniamo la discussione sulle “mura” e ragioniamo su cosa fare

Le cure primarie sono il cure della clinical governance secondo il Pnrr, sottolinea Giuseppe Noto, Direttore del Distretto di Palermo, ma “dobbiamo abbandonare l’annosa discussione sul fatto che si costruiranno solo mura e concentrarci, invece, su cosa sarà possibile fare. Non commettere, insomma, errori di premessa e, soprattutto, fare sistema. Invece” aggiunge “stiamo tornando alla visione a silos e stiamo…

Leggi

Villani (Asl RM6): Telemedicina occasione unica per riorganizzare il nostro modo di lavorare

La telemedicina, tornata alla ribalta nel corso dell’emergenza pandemica, rappresenta una straordinaria occasione per trasformare, in meglio, il modo di lavorare dei professionisti offrendo innegabili vantaggi anche i cittadini/pazienti. Lo sottolinea Stefano Villani, Responsabile UOSD Processi assistenziali e domiciliari della Asl Roma 6, secondo cui le nuove tecnologie digitali, lungi dall’essere considerate un fine, possono rappresentare uno straordinario strumento per…

Leggi

Scaglione (Uni Milano): Non cali l’attenzione sull’aderenza alle terapie che è ancora ferma al 50%

Nuovi farmaci, nuove terapie, la ricerca e l’industria corrono veloci. Se da un lato questa è una prospettiva entusiasmante, dall’altro, come avverte Francesco Scaglione, ordinario di Farmacologia all’Università di Milano, non bisogna dimenticare un aspetto cruciale e fondamentale: l’aderenza alle terapie. Ferma oggi a circa il 50% di aderenza media, questa problematica investe tutti, dal clinico a tutti professionisti che…

Leggi


SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Sanitask © 2022