Urso (Sifo): “Con DruGhost vegliamo sull’indisponibilità dei farmaci”

La temporanea irreperibilità di un farmaco rappresenta una importante criticità per le strutture ospedaliere e territoriali del Servizio Sanitario Nazionale (SSN).

I farmacisti del SSN sono costantemente impegnati a gestire o a prevenire queste carenze ascrivibili a problematiche oggettive che investono il titolare AIC (problemi produttivi, strategie commerciali, pendenza di procedure regolatorie, ecc.) mettendo in atto varie strategie quali la gestione delle scorte, l’individuazione di terapie e forniture alternative, e, ove previsto, la gestione delle procedure per l’importazione del farmaco analogo dall’estero.

A questa inevitabile e nota attività si aggiunge una crescente necessità di “tamponare” le numerose irreperibilità di farmaci non ricompresi nelle liste dei carenti AIFA, ma di fatto non resi disponibili da parte dei fornitori a fronte di ordini emessi da parte delle strutture SSN.

Questo fenomeno delle “indisponibilità”, distinto dalle “carenze”, frutto di distorsioni della catena distributiva, si somma di fatto a queste e costituisce complessivamente l’irreperibilità dei farmaci.

La SIFO, su proposta delle Segreterie Regionali, ha deciso lo scorso anno di avviare un progetto denominato “DruGhost”, coordinato dal Segretario SIFO della Calabria Filippo Urso  che prevede di attivare ed alimentare un database nazionale delle indisponibilità dei farmaci al fine di mappare e quantificare un fenomeno che viene percepito come urgente.

Il portale DruGhost, (raggiungibile attraverso www.sifoweb.it) mediante la realizzazione di un database nazionale delle indisponibilità dei farmaci si pone i seguenti obiettivi:

    1.  Mappare e quantificare il fenomeno delle indisponibilità;
    2. Semplificare la risoluzione delle problematiche relative alle indisponibilità mediante la comunizazione diretta delle stesse alle ditte produttrici attraverso canali preferenziali al fine di permettere il ripristino della fornitura nel minor tempo possibile (in collaborazione con EGUALIA);
    3. Condivisione con l’AIFA i dati raccolti sul territorio nazionale al fine di permettere una corretta azione di vigilanza sui canali distributivi dei farmaci;
    4. Fornire uno strumento che potrà essere molto utile anche per “convalidare” e “valutare” i fornitori nelle procedure di gara.

Segnalare le indisponibilità sul proprio territorio oltre che concorrere al conseguimento degli obiettivi su descritti fornisce anche la possibilità per il segnalatore (e la struttura segnalante) di comunicare con la ditta produttrice attraverso un canale dedicato e prioritario per velocizzare il ripristino della fornitura.

nbsp;

Related posts

Leave a Comment



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Sanitask © 2022