AGENAS – MeS Scuola Superiore Sant’Anna: analisi delle prestazioni effettuate dal SSN per organizzare una completa ripartenza dei servizi

L’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (AGENAS), in collaborazione con il Laboratorio Management e Sanità (MeS) della Scuola Superiore Sant’Anna, ha prodotto un’analisi preliminare delle prestazioni effettuate dal SSN, sia in regime ospedaliero sia in ambito di specialistica ambulatoriale, mettendo a confronto i dati dei primi mesi del 2020, in piena emergenza epidemiologica, con quelli dello stesso periodo 2019. I risultati sono messi a disposizione di tutti gli stakeholder sulla sezione “Resilienza” del portale Covid-19 dell’AGENAS.

“Spetta ad AGENAS – commenta il Presidente Enrico Coscioni – assicurare la propria collaborazione tecnico-operativa alle Regioni e alle singole aziende sanitarie in tema di efficacia degli interventi sanitari, nonché di qualità, sicurezza e umanizzazione delle cure. La ricerca, che abbiamo presentato oggi, spero possa essere un utile spunto per tutti gli Enti del SSN impegnati nell’erogazione delle prestazioni in attesa dell’analisi completa dei dati 2020, che avremo tra qualche settimana grazie al lavoro del Programma nazionale esiti.”

“L’indagine presentata – dichiara il Direttore Generale di AGENAS Domenico Mantoan – è un importante lavoro di ricerca e di supporto nei confronti del Ministro della Salute, delle Regioni e delle Province Autonome di Trento e Bolzano, che permette di comprendere il livello di capacità di resilienza dei vari sistemi sanitari. Siamo ancora in una fase di piena emergenza epidemiologica, ma occorre strutturarsi per programmare e organizzare il sistema verso la completa ripartenza di tutti i servizi per soddisfare i bisogni di salute dei cittadini. AGENAS è a disposizione delle Regioni e delle P.A. per approfondire i dati presentati oggi al fine di una migliore programmazione dell’offerta.”

“In ogni situazione di crisi, sono i professionisti e le organizzazioni capaci di rimodellare tempestivamente le proprie routine e i propri processi a fare la differenza.” – dichiara Sabina Nuti, Rettrice della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa – “L’espressione ‘resilienza’, per Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali quanto oggi forse abusata, esprime la capacità di quelle istituzioni che, di fronte alla pandemia, hanno saputo rispondere, per garantire la risposta ai bisogni nuovi ed emergenti e a quelli già esistenti. Il lavoro che viene oggi presentato nasce dalla collaborazione tra AGENAS e il Laboratorio MeS della Scuola Superiore Sant’Anna e monitora la capacità di tenuta dei sistemi sanitari regionali nei primi mesi del 2020. Davanti a uno ‘tsunami’ imprevedibile quale il Covid-19, i dati del primo semestre dello scorso anno dimostrano che anche realtà duramente colpite dal Covid-19 hanno tendenzialmente garantito ai propri cittadini l’erogazione di servizi essenziali, riducendo drasticamente quelli procrastinabili. Resilienza è anche capacità di riorganizzare le cure per riequilibrare nel tempo l’offerta. Fondamentale sarà il monitoraggio del secondo semestre 2020 e l’azione di potenziamento del SSN.”

I DATI DELL’INDAGINE

Related posts

Leave a Comment